“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”: questa una celebre frase del chimico francese Antoine Lavoisier che sintetizza al meglio il ciclo virtuoso dei rifiuti organici in natura.

Un’ottima soluzione per smaltire in casa l’organico è il compostaggio domestico che permette di trasformare gli scarti di cucina e dell’orto in ottimo compost, un fertile terriccio naturale ricco di sostanze minerali.

Gli avanzi di cibo, gli scarti di frutta e verdura, i fondi di caffè, i filtri di tè, i fazzoletti e tovaglioli di carta sporchi, foglie e sfalci d’erba sono ideali per il compostaggio perchè attraverso i microrganismi si trasformano in humus, risorsa preziosa per fertilizzare i terreni.

Per agevolare questo processo a livello domestico il sistema migliore è quello di utilizzare i composter: semplici contenitori ideali per giardini medio-piccoli o per spazi ampi che garantiscono la trasformazione dei rifiuti organici in compost.

L’utilizzo del composter consente diversi vantaggi:

• ridurre la produzione di rifiuti urbani fino a 250 grammi al giorno per abitante;

• produrre terriccio utilizzabile come fertilizzante per le colture domestiche;

• ridurre i passaggi dei mezzi e, quindi, i costi di raccolta del rifiuto organico;

• ridurre i costi del conferimento e trattamento presso gli impianti della frazione organica.

I nostri composter sono realizzati interamente in polietilene riciclato e riciclabile, proveniente da vecchi contenitori (bidoni, cassette ecc…) e certificato Plastica Seconda Vita.

Per maggiori informazioni scopri i nostri prodotti HORTO 200-300-400, HORTO 700-1000 e HORTO DUO 600-800