VALLE SABBIA (BS)

Nei Comuni della Valle Sabbia entra in vigore il sistema di raccolta differenziata porta a porta

Differenza in Comune” è il nome scelto per descrivere il nuovo progetto di raccolta differenziata porta a porta che, a partire dal 2018, interessa i Comuni della Valle Sabbia. Non tutti i paesi della zona hanno deciso di adottare il porta a porta spinto, ma complessivamente la Valle Sabbia ha assunto l’impegno di fare scuola dal punto di vista della raccolta differenziata.

Sartori Ambiente ha collaborato come partner attivo all’iniziativa, occupandosi di produrre per Sae Valle Sabbia sia i mastelli utilizzati per la raccolta porta a porta delle varie frazioni di rifiuto, sia i contenitori carrellati posizionati in strada.

I cittadini valsabbini e i dipendenti, fissi e stagionali, di Sae, hanno partecipato proattivamente a questo progetto per il benessere e la salvaguardia del territorio. Ciò ha consentito di raggiungere numeri straordinari, che coincidono e premiano l’impegno e la dedizione.

Per averne conferma è sufficiente confrontare i dati della raccolta differenziata del 2017, pubblicati dall’Osservatorio provinciale rifiuti, prima che il settore passasse alla Sae, società della Comunità montana creata appositamente. La media dei 25 Comuni valsabbini nel 2017 era stata di poco sopra al 50%, a fronte di un obbligo di legge che prevedeva e prevede di superare il 65%. La situazione è poi radicalmente migliorata.

Floriano Massardi, sindaco del Comune di Vallio Terme, il quale ha funto da apripista dell’intero progetto, afferma “Il risultato raggiunto da Vallio Terme, 93,2% di raccolta differenziata, rappresenta motivo di orgoglio, ma è grande anche la soddisfazione per quanto riguarda il valore complessivo di tutta la Valle Sabbia, dove il dato medio si attesta all’81%”.

Inoltre, al fine di monitorare il costante impegno dei cittadini, Sae prevede di sottoporre ogni mese i rifiuti di imballaggi in plastica e lattine ad analisi a campione, per verificare la percentuale di rifiuti non conformi. I risultati sono ottimali: durante una delle ultime analisi periodiche è emerso che su un campione di 140 kg di rifiuti imballaggi in plastica/lattine raccolti era presente un 7% di rifiuti non conformi.

Non è tutto!

Altares, Gruppo Sartori Ambiente, ha anch’esso contribuito nel fornire soluzioni all’avanguardia per la raccolta differenziata. Parliamo, in particolar modo, di ArcoPOINT. Si tratta di un’apposita postazione, in totale più di trenta nell’intera zona comunale, dedicata alla raccolta di tessili sanitari. ArcoPOINT è dotato di un sistema di riconoscimento dell’utenza per l’apertura; per aprilo, occorre utilizzare la Carta Nazionale dei Servizi, attivata in automatico alle famiglie con bambini sino ai 3 anni e tramite richiesta nel caso di persone che necessitano di tale servizio.

More Images

Fornitura contenitori Val Sabbia
Fornitura contenitori Val Sabbia
Fornitura carrellati Val Sabbia
ArcoPOINT Val Sabbia